Itinerari ad Avignone

Quattro itinerari a piedi per scoprire le bellezze nascoste e i tesori più affascinanti di questa meravigliosa città medievale.

La città di Avignone mette a disposizione dei suoi visitatori 4 itinerari da fare a piedi in giro per la città, per scoprirne le sue incredibili meraviglie, spesso nascoste ai turisti frettolosi.

Itinerario Arancione

Durata: 45 min – 1 ora
Partenza da place du Palais.

Scoperta della « Acropoli avignonese ». Sito storico, annoverato nel 1995 come Patrimonio Mondiale dell’Unesco, che riunisce Place du Palais, l’antico Palazzo comunale, il Palazzo dei papi, la Cattedrale, il giardino dei Doms, il Petit Palais, il ponte Saint-Bénezet e la parte delle mura che va dallo Châtelet alla Tour Des Chiens. Dal percorso di ronda delle mura e dal piazzale del giardino, vista panoramica sulla città, sul fiume, su Villeneuve, sulle Alpilles e sul monte Ventoso.

Itinerario Rosso

Durata: 1 ora- 1 ora e 1 quarto
Partenza da place de l’Horloge.

L’itinerario offre un riassunto della storia urbana avignonese: edifici rappresentativi di Avignone medievale (la cappella dei Templari, le collegiate Saint-Agricol e Saint-Didier, il palazzo Ceccano, il Palazzo del Roure), che traducono l’interesse esercitato dall’Italia all’alba del XVII secolo (le Cappelle del Noviziato e del Collegio dei Gesuiti) o che illustrano la virtuosità degli artisti locali nel XVIII (la Comédie, primo teatro all’italiana, il palazzo Villeneuve-Martignan, attuale Museo Calvet, la cappella Saint-Partenza dall’Ufficio del Turismo.

Itinerario Verde

Il circuito verde è un invito a passeggiare lungo stradine orlate da belle case barocche e classiche, in luoghi di memoria quali le vestigia del Convento di Santa Chiara, che ricordano l’incontro di Petrarca con Laura, e Place Jérusalem, in cui la Sinagoga ricorda la presenza secolare di una comunità ebraica ad Avignone. Scoperta delle Halles con lo stupefacente giardino verticale, di rue des Teinturiers in cui girano ancora le ruote a pala (testimonianza dell’epoca della fabbricazione d’indiane) e di place des Corps-Saints all’ombra dei platani.

Itinerario blu

Durata: 1 ora e 1 quarto senza linea tratteggiata, 2 ore con le estensioni
Partenza da place Pie (Torre Saint-Jean).

Passeggiata oltre le mura romaniche, dove nel XIII secolo si erano insediati gli ordini dei mendicanti (carmelitani, agostiniani) e oggi si sono sviluppate le borgate popolari. Nel cuore di quartieri vivaci in cui si fiancheggiano alberghi aristocratici e dimore più modeste, scoperta di edifici dal gusto raffinato (la cappella dei Penitenti neri) o insoliti (il vecchio Monte di Pietà e il palazzo della Condition des soies) ed eccellenti esempi di riabilitazione del patrimonio edile (l’ospedale Sainte-Marthe, oggi sede dell’Università, e l’antico seminario Sainte-Garde, attuale Conservatorio Nazionale di Musica).

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 2.4 su 7 voti
Condividi